La comune percezione negativa dell'assicurazione per la responsabilità civile della circolazione dei veicoli a motore è condizionata dalla sua obbligatorietà, seppure essa risalga al 1969, e dalle continue polemiche sugli aumenti tariffari.
Eppure, basterebbe considerare i pericoli della circolazione per capire che un sinistro potrebbe anche avere effetti devastanti sul proprio patrimonio, tanto che nessuna persona di buon senso rinuncerebbe ad assicurarsi se venisse mai a decadere l'obbligo di legge.
Quanto ai costi, bisogna prendere atto del fatto che per varie ragioni - alcune delle quali dovrebbero essere severamente contrastate - raramente i bilanci delle Compagnie hanno tratto beneficio dal ramo RCA.
Tuttavia, negli ultimi anni vi sono segnali di miglioramento che stanno sostenendo una positiva concorrenza e una maggiore dinamicità dell'offerta.
L'apparente semplicità delle polizze, che in larga misura devono rispondere a uno schema legale, può indurre a sottostimare alcuni aspetti non primari, ma capaci di riservare sgradite sorprese. Perciò, anche per la RCA il consiglio del consulente assicurativo può aiutare a fare la scelta migliore.

Se sei interessato, inviaci una tua richiesta!

Captcha
Created by Vecomp Web Agency | Powered by SelfComposer CMS