Anche nelle città di medie dimensioni sono purtroppo in aumento i delitti contro il patrimonio, e le vittime sono spesso le persone anziane. Le conseguenze travalicano il valore della refurtiva, poiché comportano preoccupazioni e costi accessori e talora incidono sulla salute.
Per queste considerazioni, anche il Comune di Bologna ha deciso di stipulare una polizza che offre una prima assistenza essenziale a tutti gli ultrasessantacinquenni residenti.
L’assicurazione è automatica, ossia efficace senza che il cittadino debba sottoscriverla, registrarsi o pagarla.
I beni garantiti sono il denaro, i valori, gli oggetti personali, il vestiario e i gioielli.
I rischi coperti, anche all’esterno dell’abitazione (per esempio sugli autobus), sono:
  1. scippo
  2. rapina
  3. estorsione
  4. furto con destrezza
  5. furto conseguente ad infortunio o malore dell’assicurato
  6. furto con scasso avvenuto nei locali costituenti la dimora abituale dell’assicurato
  7. furto all’interno dell’abitazione, senza scasso, ma in presenza dell’assicurato o dei suoi familiari
  8. spese sostenute per il rifacimento di documenti personali, rese necessarie dalla loro sottrazione
Sono previsti anche interventi di assistenza all'abitazione (custodia di case e beni tramite guardia giurata, invio d’un fabbro, vetraio, falegname, elettricista) e/o alla persona (invio d’un medico, infermiere, collaboratore domestico), oltre a un servizio d’informazioni e consulenza medica telefonica.
Le esclusioni sono poche e coerenti, come la truffa e lo smarrimento. Suscita qualche perplessità quella riguardante i fatti agevolati da colpa grave del cittadino: comprensibile in astratto, andrà gestita con sensibilità per non penalizzare le persone più deboli.
Le somme assicurate sono modeste, ma sufficienti a raggiungere l’obiettivo, che è sì risarcitorio, ma prioritariamente quello di dimostrare una concreta attenzione alla vittima del fatto delittuoso. Il limite per sinistro è infatti di 100 Euro (120 per alcune prestazioni domiciliari di artigiani), elevato 500 nel giorno di accredito e ritiro della pensione. Non sono previsti né scoperti, né franchigie.
Se si teme che il danno da furto, rapina e scippo possa essere superiore, l’implicito consiglio a stipulare una propria polizza risulta con chiarezza dalla clausola che rende efficace l’assicurazione comunale a integrazione di quella personale, se esiste ma si rivela insufficiente.
Alla denuncia telefonica bisogna dar seguito producendo quella all’autorità di polizia, secondo una procedura che giustamente punta alla semplicità.
 
Created by Vecomp Web Agency | Powered by SelfComposer CMS